Sindrome Rett

Sindrome di Rett

La Sindrome di Rett è una grave patologia neurologica, che colpisce nella maggior parte dei casi soggetti di sesso femminile. E' considerata una malattia rara colpendo 1 persona su 10.000.
La patologia, fra altre cause, è causata da mutazioni nel gene MECP2, la malattia si manifesta nelle bambine dai 6 ai 18 mesi di vita, con una rapida regressione che porta alla perdita di quasi tutte le abilit? acquisite. I primi sintomi della malattia sono: arresto dello sviluppo psicomotorio, perdita del linguaggio e delle abilità manuali, perdita di interesse per le persone e l'ambiente. Spesso la sindrome è associata a ritardo mentale grave o gravissimo. La perdita delle capacità di prestazione è generalmente persistente e progressiva. Gli studi e ricerche in corso in ogni parte del mondo, per ora non hanno dato ancora risultati soddisfacenti e concreti; gli stessi continuano su campi e teorie diverse.
Un primo studio di interesse internazionale, effettuato in Italia presso il Policlinico M. Le Scotte di Siena e pubblicato dalla rivista scientifica internazionale "Genes&Nutrition" n. 3 del giugno 2012 sembra aprire nuove via di ricerca, avendo ottenuto risultati promettenti, utilizzando un prodotto naturale e privo di effetti collaterali, anche nel lungo periodo.

Per approfondimenti vai alla sezione Studi e ricerche.

E. Toni con Dott. G. Hayek e Dott. C. De Felice