L'olio di pesce e lo sport

Dott de Mattia

Gentilissimo Sig. TONI,
Le scrivo un resoconto dell'evoluzione dei suoi prodotti in Puglia per il 2012:
Sto utilizzando l'olio liquido Omega-3 della N.F.O. su atleti di nuoto, fitness e altri sport (pallanuoto, calcio ecc.) e mi sto trovando abbastanza bene (prodotto molto digeribile e ottima compliance dei pazienti atleti).
Credendo molto nel prodotto, ed in generale negli omega tre lo sto utilizzando insieme ad un piano alimentare adeguato in pz ipertesi con risultati straordinari sui valori pressori.
Ottimi risultati sono stati ottenuti su 2 bambini di pallannuoto, due piccoli nuotatori, e un nuotatore master adulto con problemi di allergie in primavera; con dieta e vostro omega -3 liquido I SINTOMI ALLERGICI sono praticamente scomparsi.
Gli atleti di pallavolo lo hanno utilizzato riscontrando benefici sul recupero sulle performance ed alcuni mi hanno riferito miglioramento nella concentrazione, dato che riscontro ogni giorno nei nostri atleti e pazienti.
Per lo studio di cui le avevo accennato, ci stiamo organizzando con l'uni della Calabria e l'uni di Bari e le far? sapere evoluzione.
Invece per quanto riguarda seminari e convegni abbiamo svolto un seminario ed un master all'università della Calabria sugli integratori nello sport dove ampio spazio è stato dedicato ad omega tre e differenze sulle varie forme (trigliceridi e non). Spero che il contenuto della presente dia un idea su come stiamo operando e resto in attesa di eventuali vs. dubbi che dovessero scaturire dalla lettura della e-mail.
Cordiali Saluti.
Domenico DE MATTIA
Fasano 03/08/2012

Dott Pecorella

gent.mo sig.Toni,
mi scuso per il ritardo della presente ma ho voluto aspettare la certezza della riconferma dell'intero staff medico della volley corigliano per fare il report che Lei giustamente mi ha richiesto qualche tempo fa.........la filosofia di base dello scorso anno come del resto lo sarà anche questo nuovo: che la dieta soprattutto per gli sportivi deve garantire lo stato di salute, un atleta che sta bene - un atleta che esprime al meglio le proprie caratteristiche in campo. È stato necessario valutare inizialmente e poi curare la dieta negli apporti giornalieri quantiqualitativi sufficienti al fabbisogno dell'atleta nelle diverse fasi della stagione dalla preparazione ai play off. Per diversi motivi negli atleti da me curati sono stati riscontrati livelli insufficienti di Omega-3 che sono stati colmati in breve tempo grazie al suo contributo di integrazione col vostro olio di salmone evitando spiacevoli conseguenze da carenza di olio di pesce noti come per esempio, un aumento dei fenomeni infiammatori e disturbi neurologici ed interferenze negative sulla attività di alcuni ormoni e neuromediatori e di conseguenza sullo stato di salute e quindi sulla prestazione sportiva. Ritengo opportuno sottolineare la qualità riscontrata nei suoi prodotti che per gli integratori in generale e soprattutto per gli Omega-3 della N.F.O. risulta fondamentale. Nel report chiaramente rientrano anche i traguardi sportivi che per lo scorso anno erano la salvezza e quindi la permanenza in A2 ampiamente raggiunta con soddisfazione dell'intero quadro dirigenziale. Per il nuovo anno alle porte vista la soddisfazione e la compliance degli atleti nell'assumere giornalieramente olio di pesce di salmone Le chiedo se possibile ripetere l'esperienza con i suoi prodotti con le stesse modalità dello scorso anno e In attesa di un suo cordiale cenno La ringrazio anticipatamente del tempo e del contributo datomi per questa esperienza.
cordiali saluti
Claudio Pecorella

19/08/2012

Dott. Claudio Pecorella ? Dott. Domenico De Mattia
Specialisti in Scienza della Nutrizione
Nutrizione dello Sport - Disturbi del comportamento alimentare
Domenico tel 3316638079
mail domenico.demattia@cdc-nutrizione.it - mimi77@alice.it
Claudio tel 3457775920 mail pecorellac@tiscali.it - claudio.pecorella@cdc-nutrizione.it

Dott Pastore

".....la dieta "media-occidentale" rischia in molti casi di essere carente di Omega-3 pertanto, soprattutto per gli sportivi, come per altre categorie quali ad esempio le donne in gravidanza ed allattamento, è necessario curare che la dieta ne apporti un quantitativo sufficiente all'aumentato fabbisogno. Livelli insufficienti di Omega-3 possono comportare per esempio, un aumento dei fenomeni infiammatori, disturbi del metabolismo dei lipidi, disturbi della conduzione cardiaca, disturbi neurologici ed interferenze negative sulla attività di alcuni ormoni e neuromediatori. Come già detto prima per il ferro e il calcio, la decisione di una eventuale integrazione spetta al medico. Ritengo opportuno sottolineare che per gli integratori in generale e soprattutto per gli Omega-3, la scelta deve cadere su prodotti di sicura qualità e di grado farmacologico e bisogna evitare prodotti nutraceutici che non diano sufficiente garanzia di titolazione dei principi che ci interessano, di buona biodisponibilità e di purezza con assenza di sostanze inquinanti o eccipienti potenzialmente dannosi."

Dal libro "Il Bambino e lo Sport: tra agonismo e prevenzione" a cura di Francesco Pastore, Casa Editrice EDITEAM s.a.s. Gruppo Editoriale - Cento (FE).
Sintesi dal Capitolo "L'alimentazione del bambino nello sport" (pag. 36) del Dott. Domenico Meleleo, pediatra di Libera Scelta AUSL BAT, Canosa di Puglia, Perfezionamento in Nutrizione Umana, Membro Società Italiana Nutrizione dello Sport e del Benessere (SINSeB) ( mail: studiomeleleo@tiscali.it)